Masters ATP: tutti contro Djokovic

Novembre è il mese di chiusura del circuito ATP che quest’anno ha definitivamente consacrato Novak Djokovic tra i grandissimi di sempre in questo sport. Una stagione addirittura migliore del 2011 in cui esplose rischiando di vincere il Grande Slam. Quest’anno la superiorità è stata mentale oltre che fisica. Contro tutto e tutti, inclusi i ventimila che a New York hanno cercato inutilmente di fermarlo nella finale contro Federer. In testa dall’inizio alla fine dell’anno Nole ha sistematicamente annientato i suoi avversari modulando a suo piacimento il livello di gioco vincendo 3 Slam, 6 Master 1000 (record assoluto) e arrivando sempre in finale nei tornei di primo piano. L’unica sconfitta pesante è arrivata da un mostruoso Wawrinka sulla terra del bois de Boulogne a Parigi dove il serbo ritenterà di iscrivere il suo nome nell’albo d’oro nel 2016. Le altre due finali perse contro Murray e Federer rispettivamente a Montreal e Cincinnati sono gli unici passi falsi di una stagione tra le più memorabili di sempre. La vittoria del quinto Masters di fine anno sarebbe la ciliegina sulla torta che incoronerebbe la sua stagione come la migliore dell’era open.

MELBOURNE, AUSTRALIA - JANUARY 16: Novak Djokovic of Serbia celebrates defeating Ryan Harrison of USA in his second round match during day three of the 2013 Australian Open at Melbourne Park on January 16, 2013 in Melbourne, Australia. (Photo by Julian Finney/Getty Images)

I restanti sette partecipanti (nessun under 25 e media totale per la prima volta sopra i trent’anni), sono attualmente un gradino sotto al dominatore assoluto del circuito. Inoltre vista la formula del Masters potrebbe non bastare batterlo una volta per farlo fuori. E questo vale soprattutto per Federer, sorteggiato nel stesso gruppo di Nole, chiamato alla “sfida di prova” prima di un’eventuale finale tutt’altro che inedita. Insieme a loro c’è il confermatissimo Berdych mentre Nishikori proviene da una stagione leggermente sottotono rispetto al 2014 dove a Londra si arrese soltanto in semifinale. La qualificazione di uno tra il ceco e il giapponese tra i primi quattro sarebbe comunque un inatteso exploit, il pronostico è chiaro: Djokovic e Federer favoriti per un posto in semifinale.

masters2015L’altro gruppo si presenta molto più incerto e con una variabile non indifferente all’orizzonte: la finale di Coppa Davis che Murray giocherà praticamente in solitaria contro il Belgio tra quindici giorni sulla terra battuta. Il baronetto, quasi sicuro di terminare la sua miglior stagione al n° 2, si è allenato sulla terra per conquistare la storia e ora si ritrova sul cemento indoor di casa a dover affrontare i tostissimi Wawrinka, Nadal e Ferrer. La classifica direbbe Murray-Wawrinka favoriti ma la sensazione è che per il britannico sia davvero difficile mantenere la testa a Londra con un impegno così importante dietro l’angolo. Wawrinka, quando in giornata giusta, può battere chiunque e probabilmente è il più temibile avversario per il favoritissimo Djokovic ma prima di incontrarlo dovrà piegare la resistenza degli indomabili spagnoli. Nadal, seppur nella sua peggior stagione dal 2005, si presenta alle Finals con il quinto posto in classifica e non dimentichiamolo è sempre Nadal. Tra l’altro il Masters manca nella sua bacheca e, ne siamo certi, venderà cara la pelle fino all’ultimo quindici. Ferrer ci regalerà sicuramente partite combattute ma avrà un compito davvero arduo per accedere alle semifinali. Il pronostico non è scontato ma Wawrinka ha molte possibilità di replicare la semifinale dello scorso anno, e potrebbe avere anche la chance di rivincita del match buttato all’aria non sfruttando sei match-point in semifinale contro Federer. Insieme allo svizzero, con Murray non concentrato al 100%, potrebbe essere Rafa a spuntarla sul connazionale.barclays-atp-world-tour-finals-tt2-2014

Da domenica 15 Novembre si accendono le luci sul torneo dei maestri, quello in cui una sconfitta non equivale ad essere eliminati, e dove al loro spegnimento i riflettori congeleranno la classifica con un Djokovic inavvicinabile fino all’inizio della nuova stagione che debutterà come sempre nell’emisfero australe.

AGGIORNAMENTO risultati

Djokovic b. Nishikori 6-1 6-1

Federer b. Berdych 6-4 6-2

Murray b. Ferrer 6-4 6-4

Nadal b. Wawrinka 6-3 6-2

Nishikori b. Berdych 7-5 3-6 6-3

Federer b. Djokovic 7-5 6-2

Nadal b. Murray 6-4 6-1

Wawrinka b. Ferrer 7-5 6-2

Federer b. Nishikori 7-5 4-6 6-4

Djokovic b. Berdych 6-3 7-5

Nadal b. Ferrer 6-7 6-3 6-4

Wawrinka b. Murray 7-6 6-4

Semifinali:

Djokovic b. Nadal 6-3 6-3

Federer b. Wawrinka 7-5 6-3

Finale:

DJOKOVIC b. Federer 6-3 6-4

I commenti sono chiusi.