7 segnali di declino del calcio brasiliano

Sono i maestri del calcio, unici pentacampioni del mondo con una seleçao per anni inimitabile. Ma la situazione è precipatata negli ultimi anni culminando nella clamorosa sconfitta ai mondiali casalinghi. I 7 segnali di un declino che sembra non avere un orizzonte.

1- Garrincha, Pelè, Zico, Romario, Ronaldo. Probabilmente nessuna nazione può vantare un quintetto di questo livello. Ma sono tutti ex calciatori da almeno 10 anni. E questo si sente. ronaldo pentacampeao

2- Nell’ultimo mondiale vinto (contro la Germania in finale) il Brasile schierava sul fronte offensivo Ronaldinho-Rivaldo-Ronaldo, 4 palloni d’oro in 3. Nel 2014 dietro a Fred (e con Neymar infortunato) le 3 “frecce” erano Bernard, Oscar e Hulk. Nonostante tutte le buone intenzioni e il fattore campo a favore il risultato non poteva che essere differente rispetto a 12 anni prima.fred contra alemanha

3- La “camiseta” numero 9 di Fred è stata venduta in appena 81 esemplari. Fra qualche anno varrà oro tra i collezionisti.

4- Nelle prevendite per le olimpiadi di Rio il calcio è stato battuto dal volley come numeri di biglietti prenotati.

5- Il Brasileirão 2014 si è chiuso a Dicembre, da Gennaio a Maggio sono in corso i campionati statali (tra l’altro molto sentiti tra i tifosi) e sempre a Maggio ha inizio il campionato 2015. In uno sport sempre più fisico non può mancare un periodo riservato alla preparazione atletica.

6- Nel sangue di Adriano sono state trovate tracce di ossigeno. Nella cocaina.adriano coca

7- Il 7-1 è un incubo, pesa come un macigno. A copacabana non puoi incontrare un tedesco senza che il discorso vada inevitabilmente a finire lì, alla notte stregata di Belo Horizonte. Se ancora oggi si ricorda il Maracanazo del 1950, il Mineirazo 2014 sarà molto ma molto difficile da metabolizzare per un popolo che porta il “futebol” nell’anima.

Precedente 10 motivi per cui essere sportivi da divano è la scelta migliore Successivo Il regno di Djokovic